La pandemia legata alla nuova forma di coronavirus SARS-Cov2, sta generando un impatto senza precedenti sia sulla popolazione generale che sui sistemi sanitari dei diversi paesi colpiti.
In questo scenario l’impatto negativo sulla salute, anche mentale, degli addetti ai lavori in ambito sanitario è stato già ampiamente verificato e documentato.
In particolare medici e infermieri, che hanno giocato e tuttora giocano un ruolo di straordinaria importanza, non solo sono sopraffatti dall'enorme carico di lavoro, ma subiscono un carico ulteriore di stress derivante dalla ridotta disponibilità di forniture per le cure e dei DPI, dalla paura di contagiarsi e di contagiare i propri cari, dalla mancanza di linee guida tecniche e cliniche condivise, così come da sentimenti di isolamento e solitudine per i malati e per se stessi...
 
 
The COVID-19 HEalth caRe wOrkErS (HEROES) study
Obiettivo dello studio è quello di mettere in luce le criticità anche strutturali che mettono in pericolo la salute degli operatori sanitari e di descrivere i fattori di rischio e i fattori protettivi per la salute degli operatori delle strutture sanitarie durante la pandemia di COVID-19, stimare l'impatto dell’epidemia sulla salute degli operatori delle strutture sanitarie, analizzare il modo in cui COVID-19 ha modificato l'organizzazione dei servizi sanitari e le loro pratiche e confrontare, tra i vari paesi partecipanti, l'impatto dell'esposizione a COVID-19 sulla salute mentale e altri aspetti psicosociali degli operatori delle strutture sanitarie.
 
 
Condividi con
Facebook
Twitter
Google+
LinkedIn
Instagram
Youtube
 
 

This email was sent to

You received this email because you are registered with Your Company

 
Inviato da
SendinBlue
 
 
© SIICP - Società Italiana Interdisciplina per le Cure Primarie